Ritorno all’essenziale

//Ritorno all’essenziale

Ritorno all’essenziale

Tra le installazioni, gli eventi espositivi e culturali, le mostre e gli incontri con le grandi personalità del settore il FuoriSalone rappresenta l’alter ego liberamente e irrefrenabilmente creativo del Salone del Mobile, dove il design spazia senza limiti – fisici e intellettuali – tra i quartieri della città. È questo il contesto scelto da Nube per raccontare i suoi ultimi traguardi in termini di prodotto. E lo fa direttamente dal cuore della manifestazione, il Brera Design District, all’interno dello spazio multi-brand Meet Lab (in via del Carmine) dove l’azienda da oltre un anno è presente con le sue collezioni di imbottiti e complementi. Affidandosi alla firma dello Studio Viganò, Nube traduce gli esiti della sua costante ricerca nell’interior design in due proposte di divani, una poltroncina e una serie di coffee table. Una selezionata collezione contemporanea che regala un’immagine dell’azienda più fresca e attualizzata.

«Abbiamo trovato un’immediata sintonia con le proposte presentateci dallo Studio Viganò, con cui avevamo realizzato una prima collaborazione negli anni ‘90 – spiega Simona Nicoli, titolare dell’azienda – Le forme sono più geometriche e le imbottiture più sostenute; la morbidezza degli ultimi anni ha lasciato il posto a una normale evoluzione stilistica in favore di un ritorno alla rigidità. Che non implica ovviamente una mancanza di comfort, ma un maggiore rigore formale».

Non stupirà allora un divano dalle linee essenziali dove seduta e schienale sono formati da cuscinature a forma di guscio; o un secondo divano dalla struttura a isola con rulli rigidi in funzione di bracciolo ancorati alla base. Per definire maggiormente la linearità dei profili, i prodotti sono rivestiti da una combinazione di pelli, per ’esterno della scocca, e tessuti, all’interno. L’elemento metallico – che definisce la storia del brand fin dalle origini quando negli anni ’50 l’azienda si impone sulla scena per la produzione di telai in metallo – emerge invece dai piedini a vista e a formare la struttura interna degli imbottiti.

Le novità a firma dello Studio Viganò presente alla Design Week verranno ampliate nei prossimi mesi con nuovi elementi imbottiti, modulari e sedute a formare una collezione completa. Tra i protagonisti dell’ambientazione, spicca anche il divano Glow (design di Marco Corti), primo modello concepito dall’azienda per l’outdoor.

2017-04-04T18:05:38+00:00